FAQ: SERVIZIO CONSULENZA POST CORSO

CORSO SICUREZZA PREPOSTI - FORMAZIONE PARTICOLARE AGGIUNTIVA (ACCORDO STATO REGIONI DEL 21/12/11)

Il percorso formativo proposto da Vega Formazione si caratterizza per un servizio di consulenza online post-corso gratuito e riservato ai partecipanti che consente una prosecuzione del percorso formativo intrapreso garantendo un accrescimento professionale costante e fornendo utili supporti per la propria professione.

Ciascun partecipante riceverà, congiuntamente all'attestato, un codice di accesso da utilizzare per porre quesiti ai docenti del corso, utilizzando l'apposito spazio web "Area Riservata partecipanti" del sito.

Le risposte fornite dal docente verranno inviate a colui che ha formulato le domande e, se ritenute di comune interesse pubblicate sul sito. Tali domande e risposte sono inoltre accessibili dall'area riservata del cliente.
Principali quesiti formulati dai partecipanti e relative risposte Inserita il:
DOMANDA:
Il corso di formazione particolare aggiuntivo per preposto previsto dall’Accordo del 21/12/11 costituisce credito formativo permanente?

RISPOSTA:
L’Accordo Stato Regioni del 21/12/11 prevede per il preposto un corso base, con contenuti minimi previsti al punto 5 dello stesso, ed una formazione di aggiornamento della durata complessiva di 6 ore da completare nell’arco di un quinquennio, come indicato nel punto 9. Anche l’Accordo del 25/07/2012 prevede l’aggiornamento del preposto, indicando nel paragrafo intitolato “Aggiornamento della formazione”, il corso “base” per preposto come credito formativo permanente, ma solo se non subentrano mutamenti nel rapporto di preposizione nell’ambito aziendale, precisando che: “il credito formativo continua a sussistere fino a quando la posizione del preposto rimane sostanzialmente analoga nell’ambito dell’organizzazione di riferimento, con la conseguenza che il preposto deve solo aggiornare la propria formazione […], mentre tale credito viene meno ove la posizione del preposto sia sostanzialmente mutata nell’ambito dell’organizzazione di riferimento, con la conseguenza che il preposto deve, in tale seconda ipotesi, svolgere la formazione particolare aggiuntiva (perché legata al ruolo svolto in azienda) come preposto”.
05/01/2016