CONVEGNO GRATUITO "MORTI E INFORTUNI SUL LAVORO? CAMBIARE SI PUO’? ECCO COME…"

Tenuto in data 11.05.2018 presso Zelarino - Mestre (VE) Via Visinoni n. 4 c/o Ist.Cardinal Urbani.

CONVEGNO GRATUITO "MORTI E INFORTUNI SUL LAVORO? CAMBIARE SI PUO’? ECCO COME…"
APPROFONDIMENTO TECNICO, GIURIDICO E CULTURALE

Grande affluenza al Convegno Gratuito "Morti e Infortuni sul lavoro? Cambiare si può? Ecco come…" organizzato da Vega Formazione, Ente di formazione Accreditato dalla Regione Veneto, in partnership con l'Osservatorio Sicurezza Vega e AIESiL (Associazione Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente) l’11/05/2018 a Zelarino – Mestre c/o il Centro Cardinal Urbani.

Da anni il grave fenomeno degli infortuni sul lavoro è monitorato costantemente dai mass media che spesso, riportando i dati elaborati dall’Inail, evidenziano anche le denunce di Sindacati e Operatori pubblici e privati del settore.

Nonostante questo le Istituzioni sembrano non riuscire a focalizzare correttamente le azioni rivolte a centrare quegli obiettivi di riduzione percentuale degli infortuni che dovrebbero essere prioritari in un Paese civile come il nostro.
I dati infortunistici non sono variati in modo sostanziale negli ultimi anni, al contrario nel 2017 il fenomeno si è riacutizzato (+2% rispetto al 2016). Eppure le leggi e le norme tecniche non mancano, anche se spesso peccano di integrazione, armonizzazione e non sono accompagnate dalla puntuale emanazione dei Decreti attuativi previsti.

E allora cosa non funziona? A volte la soluzione è sotto i nostri occhi ma non la vogliamo cogliere.

PROGRAMMA: 

Ore 14:00 - Benvenuto e registrazione partecipanti

Moderatore:
Dott.ssa Roberta Brunetti  Il Gazzettino

Saluti e Relazione Introduttiva:
Ing. Mauro Rossato  – Presidente Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega
Morti e infortuni sul lavoro? Cambiare si può. Criticità da superare e strumenti da adottare 

Relazioni:

Ing. Federico Maritan Direttore e Coordinatore Tecnico di Vega Engineering
Sistemi di Gestione e Modelli Organizzativi ex art. 30 D.Lgs.81/08: come integrarli e renderli efficaci alla luce della Nuova Norma ISO 45001
- I Nuovi Modelli Formativi di Ingegneria Forense della Sicurezza. La Metodologia Pro-FIF® 

Avv. Anna Zampieron  - Avvocato penalista esperto in Sicurezza Lavoro e Responsabilità Amministrativa Enti - D.Lgs. 231/01
- L’Obbligatorietà dell’adozione dei Modelli 231: a chi spetta?
- L’Organismo di Vigilanza (ODV) quale strumento efficace di monitoraggio e intervento proattivo di sicurezza
- La tutela penale attraverso i progetti di formazione di Ingegneria Forense

Dott. Costantino Magro - Dottore Commercialista, Consulente fiscale e societario, revisore dei conti
- Le agevolazioni fiscali negli investimenti in organizzazione della Sicurezza del Lavoro

Dott.ssa Carlotta Franceschetti Sostituto Procuratore a Venezia
- Le indagini della Procura: infortuni e reati amministrativi di cui al D.Lgs. 231/01. La colpa organizzativa 

Ore 17:30 – Dibattito

A seguito del superamento del test finale è stato rilasciato attestato di partecipazione valido anche ai fini dell'aggiornamento obbligatorio quinquennale per RSPP e ASPP. L'evento era inoltre valido ai fini del riconoscimento di 3 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Ingegneri3 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Avvocati, 3 crediti per gli iscritti all’Ordine dei Consulenti del Lavoro e 4 crediti formativi per gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

L'iscrizione al Convegno Gratuito "Morti e Infortuni sul Lavoro? Cambiare si può? Ecco come..." era obbligatoria e il numero dei posti limitato.

Video

Foto

Convegno Morti e infortuni sul lavoro - 11.05.2018 Relatori Convegno Sicurezza Lavoro 11.05.2018

Perchè iscriversi ai nostri corsi?

Area Riservata ai Clienti

Sicurezza Lavoro: Seminari Gratuiti

12 buoni motivi per scegliere i Corsi di Vega Formazione

Accedi ai Servizi Gratuiti riservati ai Clienti di Vega Formazione

Vuoi essere informato sui prossimi eventi gratuiti?

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679