FAQ: SERVIZIO CONSULENZA POST CORSO

NUOVO CORSO "COME PROGETTARE LA FORMAZIONE PER LA SICUREZZA NEL LAVORO: LA METODOLOGIA DI INGEGNERIA FORENSE PRO-FIF®"

Il percorso formativo proposto da Vega Formazione si caratterizza per un servizio di consulenza online post-corso gratuito e riservato ai partecipanti che consente una prosecuzione del percorso formativo intrapreso garantendo un accrescimento professionale costante e fornendo utili supporti per la propria professione.

Ciascun partecipante riceverà, congiuntamente all'attestato, un codice di accesso da utilizzare per porre quesiti ai docenti del corso, utilizzando l'apposito spazio web "Area Riservata partecipanti" del sito.

Le risposte fornite dal docente verranno inviate a colui che ha formulato le domande e, se ritenute di comune interesse pubblicate sul sito. Tali domande e risposte sono inoltre accessibili dall'area riservata del cliente.
Principali quesiti formulati dai partecipanti e relative risposteInserita il:
DOMANDA:
L'Accordo Stato Regioni del 22/2/2012 prevede, per le attrezzature di lavoro. i seguenti requisiti dei docenti
Le docenze verranno effettuate, con riferimento ai vari argomenti (modulo giuridico normativo, modulo tecnico, modulo pratico specifico), da personale:
• con esperienza documentata, almeno triennale, nel settore della formazione in materia di prevenzione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
• con esperienza professionale pratica, documentata e almeno triennale, nelle tecniche di utilizzazione delle attrezzature oggetto della formazione.

Quesito: non essendo specificato, come si può documentare l’esperienza professionale triennale pratica nelle tecniche di utilizzazione? Anche mediante registro che attesti co-docenza?

RingraziandoVi porgo i più cordiali saluti.


RISPOSTA:
Buonasera,
L’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 non indica modalità precise per attestare l’esperienza pratica.
Rimane pertanto in capo all'interessato dimostrare lo svolgimento di tali attività, secondo le modalità ritenute dallo stesso adeguato, che possono includere dichiarazioni, curriculum, referenze, copie di registri.
08/02/2019
DOMANDA:
Buongiorno,
scrivo la presente domanda in merito ai criteri di QUALIFICA DEL FORMATORE:
In merito alla gestione degli obblighi di aggiornamento professionale, il decreto 06 marzo 2013 prevede che “Ai fini dell’aggiornamento professionale, il formatore-docente è tenuto con cadenza triennale: alla frequenza, per almeno 24 ore complessive nell’area tematica di competenza, di seminari, convegni specialistici, corsi di aggiornamento, organizzati dai soggetti di cui all’articolo 32, comma 4, del d.lgs n. 81/2008 s.m.i.. Di queste 24 ore almeno 8 ore devono essere relative a corsi di aggiornamento; ad effettuare un numero minimo di 24 ore di attività di docenza nell’area tematica di competenza.
Il quesito è pertanto il seguente:
Se non maturo ad esempio le ore 24 ore nell’area relazioni/comunicazioni, è possibile lo stesso erogare la formazione generale e specifica?

RingraziandoVi anticipatamente porgo i più cordiali saluti


RISPOSTA:
Buonasera,
Se i corsi citati contengono elementi didattici relativi all’area tematica per la quale non ha completato l’aggiornamento, la qualifica per tale area tematica “decade”, fino al completamento dell’aggiornamento.
Precisiamo altresì che l’effettuazione di attività di formazione è alternativa alla frequenza di corsi di aggiornamento.
08/02/2019

Perchè iscriversi ai nostri corsi?

Area Riservata ai Clienti

Sicurezza Lavoro: Seminari Gratuiti

12 buoni motivi per scegliere i Corsi di Vega Formazione

Accedi ai Servizi Gratuiti riservati ai Clienti di Vega Formazione

Vuoi essere informato sui prossimi eventi gratuiti?

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679