Vuoi diventare Ambassador?     CLICCA QUI
IL BLOG DI VEGA: GUIDA SU AMBIENTE E SICUREZZA

Agenda 2030 ONU per lo sviluppo sostenibile: cos'è e cosa prevede

L’Agenda 2030 ONU per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione che mira alla tutela del pianeta, delle persone e quindi della prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. È costituito da 17 obiettivi (goals) orientati allo sviluppo sostenibile inquadrati all’interno di un programma d’azione più vasto costituito da 169 target o traguardi, ad essi associati, da raggiungere in ambito ambientale, economico, sociale e istituzionale entro il 2030.

Vediamo di seguito un approfondimento sul tema affrontando i seguenti argomenti:

QUALI SONO GLI OBIETTIVI DELL’AGENDA 2030 ONU?

Vediamo di seguito quali sono i 17 obiettivi (goals) previsti dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals (SDGs) – da raggiungere in ambito ambientale, economico, sociale ed istituzionale entro il 2030: 

obiettivi-agenda-2030-ONU
  1. Sconfiggere la povertà 
  2. Sconfiggere la fame
  3. Salute e benessere
  4. Istruzione di qualità
  5. Parità di genere
  6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari
  7. Energia pulita e accessibile 
  8. Lavoro dignitoso e crescita economica 
  9. Imprese, innovazione e infrastrutture
  10. Ridurre le disuguaglianze
  11. Città e comunità sostenibili
  12. Consumo e produzione responsabili
  13. Lotta contro il cambiamento climatico
  14. Vita sott’acqua
  15. Vita sulla Terra
  16. Pace, giustizia e istituzioni solide
  17. Partnership per gli obiettivi 

Con l’Agenda 2030 ONU è richiesto a tutti i Paesi di apportare il proprio contributo affinchè il mondo proceda verso una maggiore sostenibilità, senza più distinzione tra Paesi sviluppati, emergenti e in via di sviluppo.

Ciascun Paese può decidere come incorporare questi obiettivi nelle politiche e nei processi decisionali, definendo a tal fine una propria strategia nazionale di sviluppo sostenibile.

AGENDA 2030 IN ITALIA

Il processo di attuazione dell’Agenda 2030 in Italia si svolge in primo luogo a livello governativo, sia nella fase di programmazione strategica, sia in quella del monitoraggio e della verifica dei risultati.

L’azione del Parlamento e del Governo italiano mira a perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile delineati nell'Agenda 2030, dando così seguito agli impegni internazionali sottoscritti.

La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS) 2017-2030, approvata dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE- ora CIPESS) il 22 dicembre 2017, è il principale strumento di programmazione strategica e definisce le linee direttrici delle politiche economiche, sociali e ambientali finalizzate a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030. La SNSvS è aggiornata con cadenza almeno triennale e rappresenta il quadro di riferimento nazionale per i processi di pianificazione, programmazione e valutazione di tipo ambientale e territoriale.

La SNSvS 2017-2030 è strutturata in cinque aree di intervento che corrispondono alle “5P” dello sviluppo sostenibile proposte dall’Agenda 2030 ONU: 

  • Persone: contrastare fame, povertà ed esclusione sociale per garantire dignità e uguaglianza.
  • Pianeta: garantire una gestione sostenibile delle risorse naturali, contrastando la perdita di biodiversità e tutelando i beni ambientali e colturali per le generazioni future.
  • Prosperità: affermare modelli sostenibili di produzione e consumo, garantendo occupazione e formazione di qualità in armonia con la natura.
  • Pace: promuovere una società pacifica ed inclusiva, senza forme di discriminazione e contrastare l’illegalità.
  • Partnership: intervenire nelle varie aree dell’Agenda in maniera integrata.

Ogni area contiene scelte e obiettivi strategici per l’Italia, correlati agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, e vanno intesi come obiettivi (goals) da raggiungere in ambito sociale, economico e ambientale.

MONITORAGGIO DEGLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE DELL'AGENDA 2030 ONU 

agenda-2030-Italia

L’ISTAT, in Italia, è l’ente che svolge un ruolo attivo di coordinamento nella produzione degli indicatori per la misurazione dello sviluppo sostenibile a livello nazionale e il monitoraggio dei suoi obiettivi. Con cadenza annuale lo stesso istituto pubblica il rapporto sullo stato di raggiungimento degli SDGs, che da diversi anni valuta l’andamento dei target nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia.

Per leggere i principali dati della quinta edizione del Rapporto presentato dall’ISTAT nel 2022, puoi leggere la news di Vega Engineering: clicca qui.

Anche l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), nata nel 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, pubblica con cadenza annuale un rapporto per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia che si articola su due valutazioni:

  • stato di avanzamento del nostro Paese rispetto all’attuazione dei 17 SDGs dell’Agenda 2030
  • quadro organico di proposte, segnalando gli ambiti in cui bisogna intervenire per assicurare la sostenibilità economica, sociale e ambientale del nostro modello di sviluppo.

Dal Rapporto ASviS 2022 si evidenzia che, tra il 2010 e il 2021, in Italia ci sono stati dei miglioramenti in 8 dei 17 SDGs (fame, salute, istruzione, parità di genere, energia, innovazione e infrastrutture, consumo e produzione responsabili, clima) ma anche dei peggioramenti in 5 SDGs (povertà, risorse idriche, ecosistema terrestre, pace e istituzioni solide, partnership) mentre rimane invariata la situazione dei restanti 4 obiettivi (lavoro, disuguaglianze, città, ecosistemi marini).

Un dato interessante è il confronto dello stato di avanzamento degli obiettivi rispetto alla condizione pre-pandemica: i miglioramenti si sono visti solo per due obiettivi (energia e lavoro) mentre tutti gli altri obiettivi hanno evidenziato un situazione stazionaria se non peggiorativa rispetto al 2019, a conferma che il Paese non ha ancora superato gli effetti negativi causati dalla crisi pandemica.

PER APPROFONDIRE…

Vega Formazione propone corsi sulla Sostenibilità e Responsabilità Sociale, disponibili in videoconferenza: CLICCA QUI!

Vega Formazione propone inoltre il CORSO PER SUSTAINABILITY MANAGER, della durata di 40 ore, che soddisfa i requisiti formativi per l’accesso all’esame per la certificazione delle competenze della figura professionale del Sustainability Manager e Sustainability Practitioner secondo la UNI/PdR 109.1.

Articoli correlati
HAI UN DUBBIO SU UN TERMINE
UTILIZZATO IN QUESTO ARTICOLO?

Trova la risposta nel nostro Glossario, la prima raccolta di tutti gli acronimi e termini tecnici utilizzati in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro.


CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Compilando i seguenti campi sarete contattati o riceverete le informazioni richieste nel più breve tempo possibile

* Campi obbligatori

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679
I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679
Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy*
Confermo il consenso per il trattamento dei dati personali anche per mezzo di processi automatizzati per la profilazione diretta al fine di migliorare i servizi resi e ricevere scontistiche a me riservate.


Ti potrebbe interessare...
Perchè iscriversi
ai nostri corsi?

12 buoni motivi per scegliere i Corsi in aula di Vega Formazione

10 buoni motivi per iscriversi ai Corsi online in elearning di Vega Formazione

FAQ: consulenza
post corso gratuita

Il percorso formativo di Vega Formazione non finisce in aula!

Per tutti i nostri corsisti è disponibile un servizio di consulenza online gratuito!

I nostri docenti ti aspettano per rispondere alle tue domande!

Glossario Salute e
Sicurezza Lavoro

Confuso dalla terminologia tecnica?
Ci pensiamo noi!


Scopri il significato di tutti gli acronimi e i suoi termini tecnici utilizzati in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro.

TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO

Il principale riferimento legislativo in Italia

Scarica il documento, scopri la banca dati dedicata e guarda le ultime news sempre aggiornate.