IL RAPPRESENTANTE DEL DATORE DI LAVORO PER LE ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI (D.P.R. 177/11): QUANDO È NECESSARIO E QUALI SONO I SUOI COMPITI?

Ti potrebbe interessare...

Il D.P.R. 177/11 prescrive che il Datore di Lavoro Committente individui un proprio rappresentante, in possesso di adeguate competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che “vigili in funzione di indirizzo e coordinamento” delle attività svolte dai lavoratori impiegati dall'impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e per limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente.

QUANDO E’ NECESSARIO INDIVIDUARE IL RAPPRESENTANTE DEL DATORE DI LAVORO NELLE ATTIVITA’ IN SPAZI CONFINATI?

Il comma 2 dell’art. 3 del D.P.R. 177/11 prevede che il Datore di Lavoro Committente individui la figura del RSC, pertanto il RSC è necessario quando sono previste attività lavorative commissionate ad imprese operanti in appalto e per contro non è richiesto quando le attività lavorative sono svolte direttamente ed internamente dall’azienda (come precisato dal comma 3 dell’art. 1 dello stesso D.P.R. 177/11).

QUALI COMPETENZE, CONOSCENZE ED INFORMAZIONI DEVE POSSEDERE IL RAPPRESENTANTE DEL DATORE DI LAVORO NELLE ATTIVITA’ IN SPAZI CONFINATI?

Riassumiamo di seguito quali competenze, conoscenze ed informazioni deve possedere il RSC:

  1. il RSC deve essere in possesso di adeguate competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro, oltre ad aver svolto attività di informazione, formazione e addestramento previste per i lavoratori che operano all’interno dello spazio confinato;
  2. il RSC deve essere a conoscenza dei rischi presenti nei luoghi in cui si svolgono le attività lavorative, ossia devono essergli comunicati e deve averne preso visione.

Per consentire di acquisire le competenze richieste dal D.P.R. 177/11 per lo svolgimento dell’incarico di Rappresentante del Datore di Lavoro nelle attività in spazi confinati, Vega Formazione organizza uno specifico percorso formativo: per maggiori informazioni CLICCA QUI!

QUALI COMPITI SVOLGE IL RAPPRESENTANTE DEL DATORE DI LAVORO NELLE ATTIVITA’ IN SPAZI CONFINATI E COME DEVE ESSERE INCARICATO?

Non essendo specificatamente previsti nel D.P.R. 177/11, i compiti attribuiti dal Datore di Lavoro al Rappresentante per le attività in spazi confinati dovranno essere indicati in modo formale per mezzo di un incarico.

Possiamo prevedere che il Datore di Lavoro richiederà come minimo al RSC lo svolgimento dei seguenti compiti:

  1. vigilare in funzione di indirizzo e coordinamento delle attività svolte dai lavoratori impiegati dall'impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e per limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente, sulla base della procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi propri delle attività in ambienti confinati, comprensiva della eventuale fase di soccorso e di coordinamento con il sistema di emergenza del Servizio sanitario nazionale e dei Vigili del Fuoco, allegata al presente incarico;
  2. prima dell'accesso nei luoghi nei quali devono svolgersi le attività lavorative, informare puntualmente e dettagliatamente tutti i lavoratori impiegati dall'impresa appaltatrice, compreso il datore di lavoro ove impiegato nelle medesime attività, sulle caratteristiche dei luoghi in cui sono chiamati ad operare, su tutti i rischi esistenti negli ambienti, ivi compresi quelli derivanti dai precedenti utilizzi degli ambienti di lavoro, e sulle misure di prevenzione e emergenza adottate in relazione alla propria attività.

Inoltre, il Datore di Lavoro dovrà anche attribuire al RSC il potere di interruzione dei lavori qualora riscontri un pericolo grave e immediato.

Riportiamo nel seguente link un esempio di fac-simile di incarico per il Rappresentante del Datore di Lavoro negli Spazi Confinati (RSC).

Per maggiori informazioni sugli adempimenti previsti dalla legislazione in materia di salute e sicurezza nelle attività in spazi confinati o ambienti sospetti di inquinamento, nonché relativamente alle modalità di individuazione, classificazione e valutazione dei rischi in spazi confinati, visualizza il seguente approfondimento: LA SICUREZZA NEGLI SPAZI CONFINATI O CON SOSPETTO INQUINAMENTO: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE.

Perchè iscriversi ai nostri corsi?

Area Riservata ai Clienti

Sicurezza Lavoro: Seminari Gratuiti

12 buoni motivi per scegliere i Corsi di Vega Formazione

Accedi ai Servizi Gratuiti riservati ai Clienti di Vega Formazione

Vuoi essere informato sui prossimi eventi gratuiti?

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679