Vuoi diventare Ambassador?     CLICCA QUI
IL BLOG DI VEGA: GUIDA SU AMBIENTE E SICUREZZA

Caratteristiche di una Piattaforma E-learning per erogazione corsi di Formazione

Le indicazioni sui requisiti che devono essere soddisfatti per effettuare un’attività formativa su piattaforma E-Learning sono state recentemente trattate in un documento pubblicato dall’AIESiL (Associazione Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente).

Vediamo un approfondimento sul tema affrontando i seguenti argomenti:

COS’È L’E-LEARNING?

L’E-Learning  è un modello formativo interattivo e realizzato previa collaborazione interpersonale all’interno di gruppi didattici strutturati (aule virtuali tematiche, seminari tematici) o semi strutturati (forum o chat telematiche), nel quale opera una piattaforma informatica che consente ai discenti di interagire con i tutor e anche tra loro.

Tale modello formativo non deve limitarsi alla semplice fruizione di materiali didattici via internet, ad uno scambio di mail tra docente e studente o ad un forum online dedicato ad un determinato argomento, ma deve utilizzare la piattaforma come strumento di realizzazione di un percorso di apprendimento dinamico, che consenta al discente di partecipare alle attività didattico-formative in una comunità virtuale.

CHE DIFFERENZA C’È TRA PIATTAFORMA E-LEARNING E VIDEOCONFERENZA SINCRONA?

Le piattaforme E-Learning non vanno confuse con la videoconferenza Sincrona.

La videoconferenza sincrona o FAD Sincrona, rappresenta un evento formativo, veicolato attraverso un supporto multimediale, che prevede la compresenza temporale di discenti e docenti (modalità sincrona), che interagiscono tra loro tramite un mezzo di comunicazione monitorato dal soggetto organizzatore del corso, anche al fine di gestire le presenze e le interazioni “in diretta”.

Quindi la differenza sostanziale tra E-Learning (o FAD asincrona) e videoconferenza sincrona risulta essere che l’e-learning è essenzialmente asincrono, poiché è basato sull’utilizzo di piattaforme dedicate, dove non è necessaria la compresenza temporale di formatore e discenti, e dove le interazioni didattiche possono avvenire in momenti diversi e non contemporanei, mentre la videoconferenza sincrona presenta un'interazione completamente sincrona.

Per saperne di più, leggi il nostro approfondimento dedicato: CLICCA QUI!

QUALI SONO I RIFERIMENTI NORMATIVI CHE REGOLANO LA FORMAZIONE IN E-LEARNING?

I soggetti formatori che svolgono corsi di formazione in modalità e-learning devono rispondere a specifici requisiti organizzativi e tecnici per poter erogare i corsi di formazione su piattaforme e-learning.

I riferimenti normativi che regolano le caratteristiche delle piattaforme elearning per la formazione sono:

A QUALI REQUISITI DEVONO RISPONDERE I SOGGETTI CHE EROGANO LA FORMAZIONE SU PIATTAFORME E-LEARNING?

L’allegato II dell’Accordo Stato - Regioni del 7/7/2016 individua i requisiti della piattaforma di e learning per lo svolgimento di corsi in E-Learning per diverse figure, tra le quali: RSPP, ASPP, Coordinatori della Sicurezza (CSP/CSE), Dirigenti, Preposti, Lavoratori.

In merito alle caratteristiche dell’ente che eroga la formazione, il sopraccitato Allegato stabilisce quanto segue:

  • l’ente che eroga la formazione deve essere un soggetto previsto al punto 2 dell’allegato A dell’Accordo stesso (vale a dire ad esempio Enti di formazione accreditati in conformità al modello di accreditamento definito in ogni Regione)
  • l’ente che eroga la formazione deve essere dotato di ambienti (sede) e struttura organizzativa idonei alla gestione dei processi formativi in modalità E-Learning, della piattaforma e-learning e del monitoraggio continuo del processo (LMS – Learning Management System);
  • l’ente formatore deve garantire la disponibilità dei profili di competenze per la gestione didattica e tecnica della formazione su piattaforma e-learning, quali il responsabile/coordinatore scientifico del corso, il mentor/tutor di contenuto, il tutor di processo, il personale tecnico per la gestione e manutenzione della piattaforma di e-learning (sviluppatore della piattaforma)
  • l’ente formatore deve garantire la disponibilità di un’interfaccia di comunicazione con l’utente in modo da assicurare in modo continuo assistenza, interazione, usabilità e accessibilità (help tecnico e didattico). 

    Piattaforme-e-learning

In termini di gestione didattica, il soggetto formatore inoltre deve garantire la disponibilità di un sistema di gestione della formazione su piattaforma e-learning (LMS) in grado di monitorare e di certificare:

  • lo svolgimento ed il completamento delle attività didattiche di ciascun utente
  • la partecipazione attiva del discente
  • la tracciabilità di ogni attività svolta durante il collegamento al sistema e la durata
  • la tracciabilità dell’utilizzo anche delle singole unità didattiche strutturate in Learning Objects (LO)
  • la regolarità e la progressività di utilizzo del sistema da parte dell’utente
  • le modalità e il superamento delle valutazioni di apprendimento intermedie e finale realizzabili anche su piattaforma e-learning

Inoltre ogni corso o modulo che compone il corso su piattaforma e-learning dovrà essere realizzato in conformità allo standard internazionale SCORM (Shareable Content Object Reference Model ossia “Modello di riferimento per gli oggetti di contenuto condivisibile”) o eventuale sistema equivalente, al fine di garantire il tracciamento della fruizione degli oggetti didattici (Learning Objects) nella piattaforma LMS utilizzata. Ricordiamo che lo standard SCORM rappresenta una raccolta di specifiche tecniche che consente, primariamente, lo scambio di contenuti digitali in maniera indipendente dalla piattaforma e-learning, tramite la definizione delle specifiche relative al riutilizzo, tracciamento e catalogazione degli atomi informativi con i quali vengono strutturati i corsi.

Il soggetto formatore dovrà garantire, mediante idonee soluzioni tecniche, la profilazione d’utente nel rispetto della normativa sul trattamento dei dati personali e della privacy.

QUALI REQUISITI DEVE POSSEDERE UNA BUONA PIATTAFORMA E-LEARNING PER LA FORMAZIONE?

Oltre ai requisiti normativi minimi obbligatori sopra elencati, per garantire una formazione in modalità E-Learning efficace e di qualità, è opportuno che una piattaforma di e learning sia in possesso degli ulteriori requisiti di seguito elencati:

  • per consentire al discente di valutare la conformità e la qualità del prodotto formativo offerto, sarebbe opportuno prevedere la possibilità di provare una versione demo del corso di formazione
  • la piattaforma e learning dovrebbe disporre di una guida al suo corretto utilizzo, affinché il partecipante possa avere una chiara indicazione di come poter frequentare e utilizzare il prodotto formativo
  • al fine di verificare l’effettiva presenza e attenzione da parte del discente durante la fruizione del corso, la piattaforma di e-learning dovrebbe richiedere al partecipante di interagire con dei popup e di rispondere a dei quesiti entro un tempo limite.
  • la somministrazione di un test a fine corso è evidentemente un requisito imprescindibile che deve possedere un percorso in E-Learning. La possibilità di recuperare un test non superato dal discente, previo approfondimento dei temi non completamente appresi, può rappresentare un valore aggiunto che distingue un percorso formativo di qualità. Pertanto le piattaforme e-learning dovrebbero consentire il recupero del test finale, solo dopo aver evidenziato e richiesto al discente di re-visionare gli argomenti relativi ai quesiti non superati. A quel punto il test finale sarà riproposto, naturalmente, con domande diverse rispetto alla precedente versione non superata
  • un discente normalmente desidera poter scaricare il materiale didattico utilizzato durante la docenza: tale possibilità dovrà essere necessariamente assicurata dalla piattaforma di elearning. Al fine di favorire l’apprendimento si consiglierà di stampare il materiale sin dall’inizio del corso, in modo da favorire nel discente una sua personale elaborazione durante la fruizione del corso (appunti, schemi, domande annotate dal partecipante in riferimento alla spiegazione del docente). Ricordiamo infatti che l’apprendimento è favorito dall’attenzione che si presta al momento della spiegazione, ma anche dai pensieri, dai ragionamenti e dalle elaborazioni suscitati dai contenuti in chi ascolta, il quale diventa contributore attivo del processo formativo piuttosto che rimanere passivo spettatore
  • tutto il materiale didattico proiettato dovrebbe essere sempre commentato dal docente, senza lasciare slide prive di illustrazione e approfondimento. È sicuramente più coinvolgente se il commento non si limita ad una voce fuori campo, ma sia prevista anche con la presenza del docente in video, così da integrare comunicazione verbale e non verbale
  • le piattaforme e-learning dovrebbero consentire al discente di rivedere immediatamente gli argomenti appena trattati, per mezzo di un sistema rapido di “rewind” degli ultimi secondi di spiegazione. In questo modo si facilita l’immediata revisione dei punti del programma che potrebbero non essere stati recepiti o che grazie a una ripetizione possono essere meglio acquisiti, al fine di non lasciare dubbi o “buchi” lungo il percorso, più difficili da recuperare successivamente, a conclusione dell’unità didattica
  • un ulteriore servizio che le piattaforme e-learning dovrebbero garantire - e che sicuramente risulta gradito al discente - è la visualizzazione dei tempi di fruizione del corso, in modo tale che l’utente possa conoscere in ogni istate quanto manca per completare il percorso formativo
  • la registrazione dei tempi di collegamento del discente dovrebbe inoltre essere fornita come documentazione di fine corso assieme all’attestato di avvenuta formazione
  • la partecipazione ad un corso E-Learning dovrebbe essere garantita non solo attraverso l’utilizzo del PC (Personal Computer), ma anche attraverso l’utilizzo di dispositivi di tipo “mobile”, quali tablet o smartphone, in modo da non vincolare il discente ad un unico strumento e ad un unico luogo per l’utilizzo della piattaforma e-learning

LE INDICAZIONI OPERATIVE PER LA FORMAZIONE IN E-LEARNING  

piattaforme-di-e-learning

Con la pubblicazione del documento Indicazioni operative per la formazione in E-Learning l’AIESiL (Associazione Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente) fornisce delle vere e proprie linee guida che si basano su quanto reperibile nella letteratura nazionale e mondiale e sono state elaborate da un gruppo di studio composto da tecnici, psicologi e giuristi e vogliono fornire sono dirette sia agli sviluppatori del sistema E-Learning, sia ai responsabili dei progetti formativi, sia infine agli stessi docenti che effettuano le registrazioni dei corsi in elearning.

Nel documento non vengono solamente richiamati i requisiti legislativi previsti, ma anche una serie di caratteristiche che una piattaforma e-learning e un corso di formazione in modalità e-learning dovranno necessariamente rispettare per poter offrire un servizio formativo di qualità che garantisca un risultato efficace in termini di apprendimento.

Le indicazioni fornite sulla formazione in elearning sono state specificatamente elaborate per la formazione in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro e si ritengono valide prioritariamente, ma non esclusivamente, in tale ambito.

PER SAPERNE DI PIÙ...
Leggi l'approfondimento LA DIFFERENZA TRA VIDEOCONFERENZA SINCRONA E ELEARNING

Articoli correlati
HAI UN DUBBIO SU UN TERMINE
UTILIZZATO IN QUESTO ARTICOLO?

Trova la risposta nel nostro Glossario, la prima raccolta di tutti gli acronimi e termini tecnici utilizzati in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro.


CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Compilando i seguenti campi sarete contattati o riceverete le informazioni richieste nel più breve tempo possibile

* Campi obbligatori

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679
I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679
Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy ed esprimo il consenso per il trattamento dei dati personali per i processi automatizzati e la profilazione diretta a migliorare i servizi resi.


Ti potrebbe interessare...
Perchè iscriversi
ai nostri corsi?

12 buoni motivi per scegliere i Corsi in aula di Vega Formazione

10 buoni motivi per iscriversi ai Corsi online in elearning di Vega Formazione

FAQ: consulenza
post corso gratuita

Il percorso formativo di Vega Formazione non finisce in aula!

Per tutti i nostri corsisti è disponibile un servizio di consulenza online gratuito!

I nostri docenti ti aspettano per rispondere alle tue domande!

Glossario Salute e
Sicurezza Lavoro

Confuso dalla terminologia tecnica?
Ci pensiamo noi!


Scopri il significato di tutti gli acronimi e i suoi termini tecnici utilizzati in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro.

TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO

Il principale riferimento legislativo in Italia

Scarica il documento, scopri la banca dati dedicata e guarda le ultime news sempre aggiornate.