SISTEMI DI GESTIONE SICUREZZA, AMBIENTE, QUALITÀ E AUDIT: COSA SONO E A COSA SERVONO

Ti potrebbe interessare...

COSA SONO E PERCHÉ ADOTTARE I SISTEMI DI GESTIONE?

I Sistemi di Gestione raccolgono l’insieme delle procedure attuate da un’organizzazione (ad esempio un’azienda) per la conduzione di processi diretti ad attuare precisi obiettivi in specifici settori, come, per esempio:

  • la salute e sicurezza dei lavoratori
  • la qualità dei prodotti e/o dei servizi
  • la sicurezza delle informazioni
  • l’utilizzo dell’energia
  • la tutela ambientale
  • la responsabilità sociale dell’azienda.

I SISTEMI DI GESTIONE SONO OBBLIGATORI?

Di norma, i Sistemi di Gestione non sono obbligatori, ma in alcune ipotesi, sono previsti dalla legislazione vigente.

Ad esempio, per conseguire determinati accreditamenti (si pensi agli enti di formazione accreditati), o per accedere ad alcune tipologie di appalti.

Tuttavia, le possibili difficoltà riscontrabili in materia di tutela Ambientale, nonché sulla Salute e Sicurezza del Lavoro (SSL) impongono alle aziende, per un’efficace risoluzione, l’adozione di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) e Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGSL). L’adozione di un Sistema di Gestione, pertanto, risponde agli interessi per il mantenimento della conformità legislativa da parte dei datori di lavoro, amministratori, dirigenti, RSPP HSE Manager.

QUALI SONO LE NORME DI RIFERIMENTO PER I SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA, AMBIENTE E QUALITÀ?

La disciplina internazionale che determina i requisiti dei Sistemi di Gestione della Sicurezza, dell’Ambiente e della Qualità è, rispettivamente

  • UNI ISO 45001 (Sistemi di Gestione della Sicurezza)
  • UNI ISO 14001 (Sistemi di Gestione Ambiente)
  • UNI ISO 9001 (Sistemi di Gestione Qualità)

Scopri come implementare Sistemi di Gestione della Sicurezza e dell’Ambiente conformi alle norme di riferimento: CLICCA QUI!

LE STRUTTURE DELLE VARIE NORME SUI SISTEMI DI GESTIONE SONO SIMILI TRA LORO?

Le norme sui vari Sistemi di Gestione, come ad esempio le sopracitate UNI ISO 45001, UNI ISO 14001 e UNI ISO 9001, presentano tutte la stessa struttura denominata HLS (acronimo di High Level Structure).

Un HLS è una struttura comune a tutti i nuovi standard ISO al fine di raggiungere la migliore interazione tra più sistemi di gestione e garantire la loro integrazione.

Ciò comporta che gli standard ISO relativi ai sistemi di gestione hanno una medesima struttura in 10 punti con paragrafi e contenuti comuni. In particolare, tutti gli standard sui Sistemi di Gestione presentano i seguenti titoli:

  • Scopo e campo di applicazione
  • Riferimenti normativi
  • Termini e definizioni
  • Contesto dell’organizzazione
  • Leadership
  • Pianificazione
  • Supporto
  • Attività operative
  • Valutazione delle prestazioni
  • Miglioramento

IL COINVOLGIMENTO E LA PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI NEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA UNI ISO 45001

La norma UNI ISO 45001 ha sostituito la BS OHSAS 18001, ricalcandone in parte i requisiti, ma anche apportando modifiche e novità.

Tra le principali novità della nuova norma UNI ISO 45001 vi sono:

  • il focus sulla “leadership” e sull’outsourcing;
  • un rafforzamento del coinvolgimento, consultazione e partecipazione dei lavoratori sul tema della salute e sicurezza del lavoro.

In particolare, sul tema del coinvolgimento, partecipazione e consultazione dei lavoratori, la norma UNI ISO 45001 non si limita a dare indicazioni astratte e generiche, ma scende nel dettaglio, specificando che l’organizzazione (azienda) deve:

  • fornire modalità, tempo, formazione e risorse per la consultazione e partecipazione dei lavoratori;
  • individuare ed eliminare gli ostacoli o le barriere alla partecipazione e alla consultazione dei lavoratori e ridurre al minimo quelli che non posso essere ridotti.

Il coinvolgimento e la consultazione dei lavoratori deve trasformarsi in una partecipazione attiva per lo sviluppo, pianificazione e attuazione delle azioni di miglioramento dei Sistemi di Gestione per la Salute e Sicurezza del Lavoro UNI ISO 45001.

Scopri come sviluppare in azienda una cultura attiva per la Salute e Sicurezza del Lavoro, migliorando la partecipazione e il coinvolgimento dei lavoratori: CLICCA QUI!

A COSA SERVE L’AUDIT?

L'audit è un mezzo per accertare che il Sistema di Gestione adottato soddisfi, e in che misura, i criteri prefissati.

Tutti i Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS), per la Qualita (SGQ) e di Gestione Ambiente (SGA) prevedono periodici Audit interni, volti a verificare il rispetto dei requisiti previsti, rispettivamente dalla norma UNI ISO 45001, UNI ISO 9001 e UNI ISO 14001.

QUALI SONO I REQUISITI DEGLI AUDITOR?

L’AUDITOR deve essere un soggetto:

  • indipendente,
  • obiettivo ed estraneo ai processi che andrà ad analizzare,
  • dotato di conoscenze sulle norme di riferimento munito di specifiche competenze, anche di carattere psicologico, oltre che tecnico e normativo.

L’AUDITOR dovrà essere un esperto nelle attività di controllo e verifica, perfettamente a conoscenza della legislazione in materia di salute e sicurezza del lavoro ed in materia ambientale.

Nel bagaglio conoscitivo dell’Auditor deve essere ricompresa la normativa UNI EN ISO 19011 che costituisce la “Linea Guida per audit sui sistemi di gestione”.

L’AUDITOR, pertanto, dovrà possedere specifiche conoscenze, competenze e abilità. Scopri qual è la formazione per gli AUDITOR interni.

Se devi autocertificare il possesso delle competenze previste dalla norma UNI ISO 19011 come AUDITOR: CLICCA QUI!

COS’È LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE?

La certificazione è la procedura con cui una terza parte indipendente (ente di certificazione) dà assicurazione scritta che il sistema di gestione è conforme ai requisiti specificati dalla norma tecnica di riferimento. La certificazione di un Sistema di Gestione è frutto di una scelta volontaria di un’organizzazione, che può essere spinta a farsi certificare per una serie di ragioni di seguito riportate: 

  • essere conformi ai requisiti di legge;
  • avere un accesso privilegiato al mercato;
  • essere attrezzati di fronte alle nuove sfide normative che richiedono l’adozione di processi sempre più sofisticati.

La certificazione del Sistema di Gestione è il riconoscimento, quindi, delle capacità imprenditoriali di un'organizzazione che ha saputo ottimizzare la propria struttura dotandosi di una gestione efficiente, di competenze adeguate e di processi e strumenti interni idonei. La certificazione dei Sistemi di Gestione aggiunge valore alle organizzazioni perché è una garanzia di affidabilità per clienti, fornitori, dipendenti e collaboratori, tanto più valida tanto più è prestigioso l'organismo che l'ha rilasciata.

QUAL È IL RAPPORTO TRA SISTEMI DI GESTIONE E MODELLI ORGANIZZATIVI 231 (MOG)?

Il D.Lgs. 231/2001, nonché l'art. 30 D.Lgs. 81/2008 prevedendo e disciplinando i modelli di organizzazione, gestione e controllo (MOG)  evidenziano un forte connubio con i sistemi di gestione.

Per tale effetto, i Sistemi di Gestione della Sicurezza e di Gestione Ambiente rappresentano un elemento imprescindibile per ogni azienda che voglia prevenire ipotesi di reati e preventivamente tutelarsi dai rischi di sanzione, così come previsti dal D.Lgs. 231/2001.

COME TUTELARSI PER ESCLUDERE LA RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA DELL'ENTE SECONDO IL D.LGS. 231/2001 E L'ART. 30 D.LGS. 81/2008?

L'art. 30 del D.Lgs. 81/2008 prevede la facoltà di applicare un modello di organizzazione e di gestione (MOG), così come previsto dal D.Lgs. 231/2001, idoneo a rendere esente l’Ente adottante dalla responsabilità amministrativa.

In particolare, detto modello organizzativo deve essere adottato ed efficacemente attuato, affinché garantisca l’adempimento dei seguenti obblighi giuridici diretti:

  1. al rispetto degli standard tecnico-strutturali di legge relativi ad attrezzature, impianti, luoghi di lavoro, agenti chimici, fisici e biologici;
  2. all’attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di prevenzione e protezione conseguenti;
  3. all’attività di natura organizzativa, quali emergenze, primo soccorso, gestione degli appalti, riunioni periodiche di sicurezza, consultazioni dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  4. all’attività di sorveglianza sanitaria;
  5. all’attività di informazione e formazione dei lavoratori;
  6. all’attività di vigilanza con riferimento al rispetto delle procedure e delle istruzioni di lavoro in sicurezza da parte dei lavoratori;
  7. all’acquisizione di documentazioni e certificazioni obbligatorie di legge;
  8. alle periodiche verifiche dell’applicazione e dell’efficacia delle procedure adottate.

È noto che la norma UNI ISO 45001 costituisca uno standard internazionale per l'implementazione di Sistemi di Gestione della Sicurezza sul lavoro certificabili da enti terzi.

I Sistemi di Gestione della Sicurezza UNI ISO 45001, rifacendosi ai requisiti di cui all'art. 30 del D.Lgs. 81/2008, costituiscono il fondamento del Modello di Organizzazione e un Sistema di Gestione, a norma del D.Lgs. 231/2001.

PER APPROFONDIRE, CONOSCERE E FORMARSI…

Scopri tutti i Corsi organizzati da Vega Formazione, in presenza (aula o videoconferenza) o e-learning, sul tema dei Sistemi di Gestione e sui Modelli di Organizzazione e Gestione (D. Lgs. 231/01): CLICCA QUI!

 

Perchè iscriversi ai nostri corsi?

Area Riservata ai Clienti

Sicurezza Lavoro: Seminari Gratuiti

12 buoni motivi per scegliere i Corsi di Vega Formazione

Accedi ai Servizi Gratuiti riservati ai Clienti di Vega Formazione

Vuoi essere informato sui prossimi eventi gratuiti?

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679